fbpx
Lanterna di Genova
La Lanterna di Genova è il faro più importante d’Italia, in funzione da quasi 9 secoli, unico faro aeroportuale operativo e unico custodito da un farista

La Lanterna di Genova si staglia sulla piccola collina che un tempo costituiva la propaggine ultima dell’imponente promontorio detto Capo di Faro o Promontorio di San Benigno, dal nome del vicino convento. Attualmente, dopo vari interventi, per collegare Genova al ponente, la sua posizione è arretrata. La Lanterna, posta dove nell’antichità venivano accesi falò per segnalare il porto ai naviganti, fu costruita come faro di segnalazione, ma anche a scopo difensivo, fino al ‘600 era fuori dalle mura cittadine. La torre della Lanterna è alta 76 metri, e se si calcola anche lo scoglio sul quale poggia, raggiunge i 117 metri d’altezza, è il più alto faro del Mediterraneo, tra i suoi record anche il terzo posto tra i fari in attività più antichi al mondo. La sua luce è visibile a 50 km di distanza.

 

Lanterna di Genova

Lanterna di Genova

 

La Lanterna è una torre quadrata su due ordini, costruita in pietra naturale, con due terrazze che sporgono alla sommità del primo e del secondo tronco. Per raggiungere la cima si sale una scala interna in muratura di 365 gradini, di cui solo i primi 172 sono accessibili dal pubblico, si arriva così alla prima cornice. Non si può salire alla sommità del faro, perché il secondo tronco è sotto il controllo militare. In ogni caso dalla prima terrazza si gode una vista impressionante. Nel 1340 fu dipinto, sulla parte inferiore della torre, lo stemma comunale: la croce rossa in campo bianco. Una leggenda vuole che il suo progettista venne lanciato nel vuoto proprio dalla sua cima, affinché non potesse ricreare in altro luogo una costruzione analoga.

Un’altra versione attribuisce invece il motivo del lancio dell’architetto per evitare di doverlo retribuire terminato il lavoro.

 

Lanterna di Genova

Lanterna di Genova

 

La Lanterna di Genova si raggiunge esclusivamente a piedi, attraverso la “passeggiata della Lanterna”, un percorso di circa ottocento metri, in parte sulle mura del ‘600, un meraviglioso balcone panoramico. La luce del faro illumina il mare di Genova, indicando il porto ai naviganti con un periodo di 20 secondi. La storia della Lanterna incrocia anche i percorsi di due dei più grandi ingegni di sempre: Cristoforo Colombo, che nel 1449, fu ospite dello zio Antonio, che fu tra i custodi della Lanterna e Leonardo Da Vinci che nel 1498 vi effettuò un sopralluogo per studiare le fortificazioni genovesi. Tra i vari utilizzi della Lanterna, oltre che come torre d’avvistamento a scopo difensivo e faro, fu anche prigione, durante questo periodo, essa ospitò, come ostaggi, per cinque anni, il Re di Cipro Giacomo di Lusignano e sua moglie, che tra quelle mura diede alla luce il figlioletto Giano.

  INFORMAZIONI UTILI

Lanterna di Genova

Rampa della Lanterna, 16126 Genova
Sito web: www.lanternadigenova.it

Comune di Genova 

Via Garibaldi 9, Palazzo Tursi, 16124 Genova
Sito web: www.smart.comune.genova.it

Email: [email protected]