IL TORRAZZO DI CREMONA: CONCERTO DEI SANTI

Postato su Luglio 09, 2019, 2:22 am
6  minuti

Il Torrazzo di Cremona, allieta la città con un “CONCERTO DI SANTI”, il Museo Verticale e la gustosa prelibatezza culinaria del Torrone.

di Giada Carboni

Il Torrazzo di Cremona, sorge al fianco del Duomo e domina la città con la sua altezza di oltre 112 metri, la maggior parte dei quali si percorrono lungo i 509 gradini. Costruita in due tempi diversi segnati dai differenti stili tre-quattrocenteschi, il Torrazzo ha una struttura omogenea e molto elegante nella sua semplicità.

Torre campanaria di Cremona - © Vaghis viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

Il Torrazzo e il Duomo di Cremona – © Vaghis viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Spicca all’occhio una nota di bellezza offerta dalle bifore presenti negli ultimi due piani e dalla quadrifora dell’ultimo. Anche le due logge ottagonali che sorreggono la caratteristica guglia medievale esprimono quel tocco di finezza e purezza tipica di quel periodo. In cima splende una sfera dorata che conserva le reliquie di alcuni santi ed un frammento della croce di Gesù, mentre sul prospetto della torre dal 1583 scocca le ore un orologio molto particolare per le sue innumerevoli funzioni di orologio astronomico, zodiacale, lunare oltre che diario.



L’orologio infatti, è costituito da otto corone, tre dischi e quattro aste che spiegano ciascuna in lingua latina una loro funzione: oltre a indicare la successione delle ore e specificare il giorno ed il mese, individuano i segni zodiacali e le 89 stelle che li compongono, l’età della Luna e la rotazione terrestre, ed infine la posizione di quest’ultime incluso il Sole, rispetto ai segni zodiacali.

Torre campanaria di Cremona - © Vaghis viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

L’orologio astronomico – © Vaghis viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

L’importanza di questo orologio ha dato luogo alla creazione del cosiddetto Museo Verticale allestito all’interno della torre e dedicato alla misurazione del tempo. Delle quattro sale allestite la sala del Quadrante è dedicata all’orologio astronomico costruito sul prospetto della torre, la sala del Meccanismo alla spiegazione del sistema di ingranaggi che segna il tempo sul pavimento come si usava con le antiche meridiane, la sala della Misurazione del Tempo all’esposizione di orlogi artigianali cinquecenteschi creati dai cremonesi ed infine la Sala dell’Astronomia al Pendolo di Foucalt.



Il Torrazzo, come monumento simbolo di Cremona, diede anche origine al dolce tipico della città: il torrone. Si hanno notizie del primo torrone inventato nella storia culinaria del paese nato dal festeggiamento delle nozze tra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza avvenuto nel 1441, mentre la denominazione di Torre campanaria è attestata dalla presenza di sette campane, come le sette note musicali, ognuna dedicata ad un santo e ognuna accordata ad una nota. La più importante, dedicata al patrono della città Sant’Omobono vibra sulla nota di “La bemolle”.

Sulle note delle campane del Torrazzo quindi si assiste ad uno straordinario “concerto di santi” che allieterà chiunque voglia avventurarsi nella città di Cremona, tra una visita all’insegna del tempo e una gustosa prelibatezza culinaria.

 

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI