VILLA FICANA E IL SUO ECOMUSEO DELLE CASE DI TERRA

Postato su Marzo 26, 2019, 4:27 pm
9  minuti

Villa Ficana è un ottocentesco borgo marchigiano formato da oltre 50 casette in terra cruda, raro esempio in Italia e recentemente divenuto un ecomuseo.

di Katherine Marotta

Villa Ficana è un antico borgo adagiato sulle colline maceratesi, costituito da schiere parallele di case costruite in terra cruda, edificate intorno al 1850.

Le casette a due piani sono alte non più di cinque – sei metri ed il piano terra non supera i due metri; per entrare bisogna chinarsi e all’interno la cucina è una stanza di appena tre metri per due. Fra i vicoli deserti i rumori della città giungono ovattati, persino il rumore dei propri passi disturba e la voce, istintivamente, si abbassa per non infrangere il silenzio. Questo borgo irreale è fuori dal tempo”.

È con queste parole che il borgo viene raccontato da Augusta Palombarini e Gianni Volpe nel loro libro La casa di terra nelle Marche, uno dei molti testi che sono stati redatti per celebrare la bellezza di Villa Ficana.

Villa Ficana: Le tipiche casette a due piani – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Le tipiche casette a due piani – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

La tecnica costruttiva delle abitazioni è quella del massone che consiste nella realizzazione di pareti tramite la sovrapposizione di pani di terra, mescolati insieme a paglia trita ed acqua. Questa pratica millenaria, oltre ad avere un costo molto contenuto, consente una funzionalità non indifferente, data la buona capacità di isolamento termico e il controllo dell’umidità interna.



Nelle Marche, come anche nel resto d’Italia, sin dai tempi molto lontani si costruiscono case di questa tipologia. Nel maceratese esse sono conosciute con il nome di atterrati e sono originariamente destinate ai cosiddetti “casanolanti”, ossia gli abitanti delle case a nolo. Villa Ficana è stato infatti popolato da numerose famiglie di contadini e braccianti che vivevano in affitto sin dal 1862, data riportata sulla facciata di una delle oltre 50 casette comprese nel quartiere.

Villa Ficana: Pani di terra realizzati con tecnica del massone – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Mattoni cotti, utilizzati per proteggere le parti in terra più esposte alle intemperie – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Alcuni di voi si staranno già chiedendo l’origine del nome di Villa Ficana. Ahimè non posso darvi una risposta certa ma dovete sapere che tra le diverse ipotesi che si sono create attorno a questo appellativo così peculiare vi è quella che il luogo prenda il nome dalle folte piantagioni di fico che crescevano rigogliose nel borgo e nelle campagne limitrofe.



Essendo l’unico borgo marchigiano interamente in terra cruda tuttora vivente, Villa Ficana è stato recentemente dichiarato luogo di interesse monumentale. A seguito di tale riconoscimento, il Comune di Macerata ha promosso il recupero del borgo come bene storico-architettonico dalla valenza turistica e museale. Non è tutto: nel maggio 2016 è nato il progetto “Ecomuseo delle case di terra Villa Ficana”. L’iniziativa ha come fine la valorizzazione e la conservazione dell’identità territoriale, storica e costruttiva.

Dettaglio delle case – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

A rappresentare questo ambizioso progetto ci sono, ogni anno, quattro diversi volontari del Servizio Civile Nazionale e quattro del Servizio Volontario Europeo. Entrambi i gruppi sono coordinati da Martina Fermani che ha preso in mano l’iniziativa fin da subito. Grazie alla nascita dell’Ecomuseo, Villa Ficana è diventato un mezzo di sviluppo locale, arricchito da un calendario di attività in cui cultura, ambiente e artigianato si amalgamano in perfetta armonia. Le visite guidate dai volontari, in italiano e in diverse lingue straniere, permettono a tutti di scoprire i tesori nascosti di questo luogo unico nel suo genere.

Volontarie durante una visita guidata al borgo – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati


Villa Ficana: laboratorio didattico lavorazione della terrra– Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Coinvolte in questo obiettivo vi sono anche diverse associazioni culturali: il Comune di Macerata, l’istituzione Macerata Musei, Gruca Onlus, Associazione culturale OZ e Associazione internazionale Città della Terra Cruda e la partecipazione diretta degli abitanti di Villa Ficana. Grazie alle interviste a questi ultimi, si ha avuto l’opportunità di raccogliere la maggior parte della documentazione per poter meglio raccontare la storia, gli usi e la vita comune passata e presente.

Passeggiare tra le viuzze silenziose di Villa Ficana vi assicuro sarà un viaggio che aprirà il vostro cuore al profumo della terra ed alle sue gemme di memoria vivente.

in collaborazione con

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI