CINETREKKING BASILICATA COAST TO COAST

Postato su Maggio 17, 2019, 5:57 am
8  minuti

Il primo articolo di Vaghis che unisce il cinema e l’avventura: nasce il Cinetrekking ed oggi vi porto a scoprire la Basilicata coast to coast.

di Valentina Belli

La Basilicata coast to coast: 100 km per scoprire uno dei luoghi più mistici di tutta l’Italia. Dalla costa tirrenica a quella jonica andiamo a scoprire le bellezze di questa terra sui passi del film di Rocco Papaleo.

La prima considerazione è che abbiamo tempo da perdere o meglio da regalarci, dunque il motivo di questo viaggio è farci un regalo, il senso è vedere se siamo in grado di meritarcelo.

Basilicata coast to coast - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti i di-ritti riservati

Basilicata coast to coast – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati

Papaleo dà vita ad un pellegrinaggio musicale, spirituale e ambientale nel suo film peregrinante, un evolversi chilometrico di coscienze e sentimenti: “4 amici al bar” affronteranno una traversata di 100 km dal Mar Tirreno al Mar Jonio per esibirsi in un concerto jazz a Scanzano Jonico, partendo da Maratea. L’iter scanzonato sarà ripreso da una giornalista cinica e disincantata, poco entusiasta del cammino che l’attende.




Così i nostri avventurieri, i Don Chisciotte delle Pale Eoliche, lasciano Maratea, città che affaccia sulle acque cristalline del Tirreno e dominata dalla figura del Cristo Redentore: costruita sul Monte S. Biagio, dove per un secolo troneggiò una croce di ferro, la statua è il simbolo dell’invasione di 450000 soldati tedeschi che nel 1806 attaccarono la cittadella fortificata.

Cristo Redentore - Maratea - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

Cristo Redentore – Maratea – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Il film è genuino, fresco e calmo come la strada che fa da protagonista. La musica è il fil rouge che unisce la lunga traversata in celluloide: le canzoni sono quasi tutte scritte e composte da Rocco Papaleo ed interpretate dalla sua allegra brigata capitanata da Max Gazzè, Alessandro Gassman, Paolo Briguglia e una giovane e insolita Giovanna Mezzogiorno.

Il camminare è un’azione atavica che custodisce il dono di riacquistare la calma, facendo tornare gli uomini alle origini delle loro percezioni ed emozioni.

Lauria

Lauria

Arrivati a Lauria, città natale di Papaleo, i nostri protagonisti si spogliano in una simpatica scena di una doccia da campo, colti in flagrante dalla cinepresa di Tropea Limongi, raccontandoci che Lauria è famosa per le sue acque curative. Tutta la zona è racchiusa fra parchi e montagne, fra cui spicca il Parco Nazionale del Pollino.




Merita una visita il centro storico, strettamente legato alle sue terre e al suo passato, palco di eventi tragici che ne hanno segnato la storia, come il Massacro di Lauria nel 1806 da parte delle truppe napoleoniche.

Giunge l’alba e la strada si fa polverosa, gli animi si asciugano e sulla via è facile perdersi perché camminare ti fa fare i conti con te stesso in diversi modi: c’è chi scappa, chi scrive e chi pesca.

Diga del Pertusillo

Diga del Pertusillo

Il silenzioso Max Gazzè pesca nella diga del Pertusillo, un’oasi silenziosa che offre scorci affascinanti e discreti; una diga costruita negli anni 50’, uno dei punti di partenza dell’acquedotto pugliese, che si è creata negli anni un piccolo ecosistema dove spiccano piccoli boschi e una fauna variopinta.

Ripartendo da questo angolo della profonda Basilicata si arriva ad Aliano, ubicata su una collina argillosa ed abbracciata dai suggestivi calanchi. Il paesino raccoglie la storia di Carlo Levi, qui esiliato durante il regime fascista, che fruì il romanzo Cristo si è fermato a Eboli.

Aliano - © Vaghis - viaggi & turismo Italia Tutti i diritti riservati

Aliano – © Vaghis – viaggi & turismo Italia Tutti i diritti riservati

Fra le ultime tappe di questo viaggio troviamo Craco, cittadina fantasma evacuata negli anni 60’ dopo il rifacimento delle fognature: un posto dagli squarci scenografici regalarono al cinema film di grande spessore: La passione di Cristo di Mel Gibson, Cristo si è fermato a Eboli di Francesco Rosi, Quantum of Solace di Marc Forster.



Craco - © Vaghis viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

Craco – © Vaghis viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Ultima tappa solitaria per Alessandro Gasman è la processione della Madonna Nera a Viggiano, santa patrona della Basilicata; la sosta gli permetterà di ricongiungersi con i suoi amici a Scanzano Jonico.

Spiaggia di Policoro

Spiaggia di Policoro

Nei viaggi ci si perde per poi ritrovarsi. Dalla spiaggia di Policoro il quartetto picaresco corre verso Scanzano per accendere la fiamma dell’arte.

Con una giacca blu e Basilicata is on my mind il nostro cammino finisce qui a suon di jazz, d’amore e d’avventura.

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI