VENEZIA IN SUP

Postato su Luglio 01, 2017, 6:38 am
6  minuti

Fare SUP a Venezia, un modo differente, inusuale di visitare la Serenissima, che unisce arte e sport, divertimento e magia, e che fa scoprire i piccoli canali.

di Carmen Sergi – Carlo Di Marco

Sappiamo che vi abbiamo parlato più volte di Venezia e che è un po’ scontato farlo, dal momento in cui si tratta di una delle città più ricche di storia, cultura e suggestive d’Italia, vista la sua unicità di essere costruita sull’acqua. Nonostante ciò, anche correndo il rischio di essere tacciati di ripetitività e scontatezza, siamo di nuovo qui a parlarne, ma questa volta vogliamo proporvi una passeggiata inusuale per la laguna veneziana.

Perché insolita? Perché si tratta di una passeggiata sull’acqua, a bordo di un SUP.

Sup a Venezia

Cos’è un SUP? È l’acronimo di Stand Up Paddle.

Cosa si fa? Prendete una tavola, tipo quella da surf (scusate l’imprecisione, ma è per farvi comprendere), una pagaia e iniziate in posizione eretta a remare.

È un modo differente di visitare Venezia, che unisce arte e sport, divertimento e magia. Scegliendo questa modalità di tour, abbiamo avuto modo di attraversare dei piccoli canali silenziosi scoprendo così l’autentica Venezia, quella lontana dal chiacchiericcio caotico della Venezia affollata dai turisti e dalle logiche commerciali. Abbiamo, inoltre, “camminato” accanto alle gondole e ammirato lo splendore della città.

Lungo questo viaggio alla scoperta via mare della Serenissima, siamo stati guidati da un istruttore di SUP ISA nonché guida molto preparata, che conosceva perfettamente la storia e le viuzze della città.

È un’esperienza da fare – adatta anche ai bambini – se si ha voglia di guardare Venezia da una prospettiva differente e insolita per un turista, più vicina ai veneziani.

PER ALTRE INFO CONSULTA IL SITO: www.supinvenice.com

ARTICOLO SUCCESSIVO

PERCORSI 4X4 IN ABRUZZO