FRICO CON LE PATATE: BANDIERA DELLA CUCINA FRIULANA

Postato su Novembre 01, 2017, 11:39 pm
6  minuti

Un piatto friulano apprezzato fuori e dentro i confini regionali: quando si possono fare banchetti luculliani con ritagli, avanzi e ingredienti poveri

di Claudio Guggeri 

Tra tutto l’elenco delle ricette regionali, senza alcun dubbio in vetta domina “il frico”. Si tratta di una pietanza semplice ma originale e gustosissima, che nel tempo è divenuta talmente conosciuta da riscuotere un notevole successo anche oltre i confini regionali.

Frico con patate

Frico con patate

La sua origine parrebbe addirittura risalire alla metà del Quattrocento, quando Maestro Martino, cuoco personale del Patriarca Ludovico Trevisan, altresì noto ai contemporanei come Cardinal Lucullo a causa della sua prodigalità verso il buon cibo e verso i suntuosi banchetti, preparava per l’insigne prelato un formaggio in padelletta che può considerarsi uno dei predecessore del frico odierno.

Di origine probabilmente carnica, il frico era accompagnato con della polenta, un piatto povero, per così dire, ideale per il pranzo di boscaioli e contadini. Ovviamente, come molti altri piatti di origine rurale, l’intento era quello di non sprecare nulla, neppure gli avanzi e gli scarti del formaggio, le “strissulis”, ovvero i ritagli che avanzavano dalla realizzazione delle forme. Due sono le tipologie di frico: il “friabile” che è formato esclusivamente da formaggio e il “morbido” che prevede l’aggiunta di patate.

Per quanto riguarda la prima variante, una volta il formaggio veniva cotto nel burro (oggi sostituito dall’olio) o nel lardo per renderlo croccante.  È adatto anche per i buffet specialmente se modellato e riempito con funghi o altro. Per quanto riguarda invece la seconda tipologia, oltre alle patate possono essere aggiunte cipolle o pomodori ed erbe a seconda dell’area geografica.

Per prepararlo servono quindi patate, cipolla, pepe, formaggio Montasio stagionato e olio e sale. Il vino da abbinare ad entrambe le tipologie sarà un vino rosso corposo come un Refosco dal Peduncolo Rosso di ambito proprio friulano per contrastare la componente grassa del formaggio.

Tra gli eventi che festeggiano il frico, troviamo la sagra di Carpacco di Dignano, quella di Fraelacco di Tricesimo, di Oseacco di Resia o a Flaibano per la manifestazione dal nome “A tutto frico”.