fbpx
Cassinetta di Lugagnano
Sul Naviglio lombardo sorge Cassinetta di Lugagnano, famosa per le sue numerose “Ville di Delizia”, sfoggio di potere e ricchezza dei nobili milanesi

Il borgo di Cassinetta di Lugagnano è nato dall’unione di due centri abitati: Lugagnano, di origine romana, che si appoggia sulla sponda destra del Naviglio, e Cassinetta, che a sua volta deriva dalla quattrocentesca Cassina Biraga. In questa zona, si fermò San Carlo Borromeo poco prima di morire, nel suo viaggio che lo portò a Milano. In ricordo di questo passaggio, la cittadina ha dedicato al santo una statua.

Cassinetta di Lugagnano è famosa per le ville settecentesche costruite dai nobili milanesi, che erano soliti raggiungere queste dimore per trascorrere tutta l’estate, godendo così della tranquillità e del clima che si respira lungo le rive del Naviglio e dedicandosi alla navigazione sul fiume. Testimone di questo periodo particolarmente florido è il famoso attracco del battello, da dove, ancora oggi, parte il battello che accompagna i turisti a visitare scorci naturalistici, luoghi incantati e spiccatamente romantici. Questi posti conservano ancora, grazie alla determinazione degli abitanti del luogo, lo spirito della campagna che si difende, come può, dall’urbanizzazione delle città vicine. 

 

Cassinetta di Lugagnano

Cassinetta di Lugagnano

 

Resa quindi famosa dalle numerose ville, tanto che l’incisore Marcantonio Dal Re le soprannominò Ville di Delizia per la loro ricchezza architettonica, la zona vanta una serie di edifici i cui nomi sono legati ad importanti famiglie milanesi: tra queste, i Visconti, Castiglioni e Parravicini.
La più antica e mastodontica è Villa Gambotto Negri, con il suo ingresso maestoso ed accogliente, che per le sue dimensioni può certamente incutere, allo stesso tempo, sia timore che stupore. Alcune ville, invece, nascondono tesori dietro una normale facciata, offrendo al visitatore una ricchezza di dettagli al loro interno; altre, sono circondate da giardini all’inglese o all’italiana e conservano grandi attrattive naturalistiche. 

 

Cassinetta di Lugagnano - Villa Visconti

Cassinetta di Lugagnano – Villa Visconti

 

In paese, accanto alla statua di San Carlo Borromeo, di particolare attrattiva figura il ponte sul Naviglio costruito nel 1862, che offre un attraversamento suggestivo e peculiare.
Cassinetta di Lugagnano è inoltre il primo comune d’Italia ad aver adottato un Piano urbanistico a zero consumo di suolo, un impegno preso dalla comunità per mantenere l’ambiente salubre, oltre che il patrimonio architettonico, permettendo così alla cittadina di mostrare ai visitatori le atmosfere della Lombardia di un tempo. Ciò, ovviamente, non ha escluso la realizzazione di piste ciclabili e strade asfaltate, mete molto amate dagli appassionati della bicicletta.

 

Cassinetta di Lugagnano - Ponte sul Naviglio

Cassinetta di Lugagnano – Ponte sul Naviglio

 

Numerose sono le feste organizzate. Tra queste ricordiamo che a maggio fa tappa il Festival Internazionale del Teatro di Strada, che porta sempre molti turisti e artisti di strada, ma anche la Maratona dei Navigli, corsa non competitiva che si svolge proprio lungo i navigli. Ci sono anche tanti altri eventi che caratterizzano il borgo, come la Sagra della Rana, la Sagra del Riso, del gorgonzola e del Salame, la Sagra dell’Oca e del Brasato d’asino e la Sagra del Cinghiale!

  INFORMAZIONI UTILI

Comune di Cassinetta di Lugagnano

Piazza G. Negri, 3  – 20081 Cassinetta di Lugagnano (MI)
Tel. +39 02/86894035
Sito web: www.comune.cassinettadilugagnano.mi.it

I Borghi più belli d'ItaliaI Borghi più belli d’Italia

Via Ippolito Nievo 61, Scala B
00153 Roma

Tel. +39 06 4565 0688
Sito web: www.borghipiubelliditalia.it

Email: [email protected]