COSTA DEGLI DEI

Postato su Settembre 04, 2016, 5:26 pm
12  minuti

La costa degli Dei  (VV) è il tratto di costa calabrese che si trova sul corno di Calabria lungo circa una cinquantina di chilometri.

di Monica Di Perna

La Costa degli Dei comprende diverse località mozzafiato, posti paradisiaci, paesaggi per nulla scontati, sorprendenti nel loro avvicendarsi per morfologia, fascino e colori. Si alternano zone di litorale roccioso e zone con spiagge dalla sabbia bianchissima a creare ancora più contrasto con l’azzurro del mare cristallino. E poi ancora insenature, grotte, baie, tutto generato da una tavolozza di magici colori. Questo tratto di costa è anche detto Costa Bella perché è da questo punto che sono visibili le isole Eolie e il vulcano Stromboli in cui, in alcuni giorni dell’anno (il 30 aprile e il 13 agosto) si può vedere il sole tramontare nel suo cratere.

Costa degli Dei - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti-i-diritti riservati

Costa degli Dei – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti-i-diritti riservati



Pizzo Calabro

Costa degli Dei: Pizzo Calabro - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti-i-diritti riservati

Costa degli Dei: Pizzo Calabro – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti-i-diritti riservati

È un borgo arroccato sulla costa rocciosa di tufo anch’esso affacciato sul mare. Al di sopra della spiaggia della “Seggiola” domina maestoso il Castello Aragonese. Pizzo è detta anche la città del gelato e infatti una tappa obbligata per chi passa da queste parti è proprio la degustazione del Tartufo di Pizzo: è un gelato alla nocciola e cioccolato con un cuore di cioccolato fuso spolverato con cacao amaro.



La caratteristica è che il gelato viene rigorosamente preparato nel palmo della mano, così come vuole la tradizione fin dal 1952 quando per la prima volta, e per pure caso dal momento che erano finiti gli stampi per preparare il gelato, così è stato modellato. A Pizzo si contano una ventina di gelaterie dove poterlo degustare anche se la Gelateria da Dante (in memoria del titolare Dante Veronelli in cui un giovane pasticcere noto come Don Pippo lo inventò per caso) è la prima e quella più antica ad averlo prodotto.

La Chiesa di Piedigrotta - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti i di-ritti riservati.jpg

La Chiesa di Piedigrotta – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati.jpg

Da segnalare è la Chiesetta di Piedigrotta interamente scavata nella roccia di tufo, da visitare nelle ore pomeridiane quando il sole penetra con la sua luce e illumina i sali minerali delle pareti che prendono vita. Voluta dai marinai di un veliero come voto per la salvezza ricevuta durante una tempesta in mare, venne successivamente ampliata scavando nella roccia in cui vennero lasciati interi massi di tufo per realizzarci statue rappresentanti la vita di Gesù e diversi Santi. Unica nel suo genere si può visitare tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15.00 alle 19.30 pagando un biglietto di 2 euro.

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI

Tropea

Costa degli Dei: Tropea - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti-i-diritti riservati

Costa degli Dei: Tropea – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti-i-diritti riservati

È arroccata su un promontorio roccioso a picco sul mare. Particolarità di questi luoghi è proprio il fatto che tutto il paese si trova a circa 50 m dal livello del mare che si raggiunge percorrendo delle lunghe scalinate che, al rientro in paese, mettono alla prova anche i più allenati ma, quasi a ricompensare “il sacrificio”, donano una cornice esclusiva in cui poter guardare fantastici tramonti e in cui perdersi oltre la linea dell’orizzonte.



Dal porto di Tropea si possono fare delle mini crociere per raggiungere le Eolie che fanno da cornice sullo sfondo. Simbolo della città è il Santuario di Santa Maria dell’Isola, che sorge su un promontorio di fronte la cittadina. Storicamente di origine medievale ha subito nel corso degli anni varie ristrutturazioni a causa di due terremoti; è stata realizzata una scala per raggiungere il promontorio e oggi ci appare come una costruzione a metà tra un castello e Chiesa.

Costa degli Dei: Tropea - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti-i-diritti riservati

Costa degli Dei: Tropea – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti-i-diritti riservati

Caratteristica di Tropea è la cipolla rossa che viene coltivata da oltre 2000 anni lungo la costa tra Briatico e Capo Vaticano ma che da questa città ha preso il nome. Il tipico sapere dolce di questa cipolla dipende proprio dai particolari inverni miti senza sbalzi di temperature, dall’altezza dal mare dei terreni e dalla presenza del mare stesso. Ricchissima di sali minerali e vitamine viene utilizzata, insieme al peperoncino, nella preparazione di tantissime ricette che contribuiscono a lasciare un ricordo indelebile di questi luoghi.

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI

Capo Vaticano

Costa degli Dei: Capo Vaticano - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti-i-diritti riservati

Costa degli Dei: Capo Vaticano – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti-i-diritti riservati

È una località prevalentemente turistica giudicata una tra le 10 spiagge più belle d’Italia.

Ha una rilevanza dal punto di vista archeologico perché sede di importanti ritrovamenti di reperti fossili. La costa rocciosa lascia spazio, di tanto in tanto, a distese di sabbia bianca; alcune spiagge sono raggiungibili solo a nuoto o via mare e per questo ci si può accordare con i proprietari delle barchette che accompagnano i vacanzieri più avventurosi, e in cerca di pace assoluta, per essere accompagnati e prelevati alla sera.

La vista panoramica dall’alto lascia impressionati: mare turchese, un susseguirsi di calette che si incastonato nella roccia granitica, un paesaggio selvaggio e incontaminato che mette ti mette a diretto contatto con la na tura. I fondali sono consigliati agli appassionati di immersioni subacquee.