FERRARA: UNA BELLEZZA RINASCIMENTALE DA VIVERE SU DUE RUOTE

Postato su Febbraio 27, 2019, 8:31 am
10  minuti

Ferrara, con il suo centro storico dalle bellezze rinascimentali, è stata annoverata dal 1995 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

di Katherine Marotta

Ferrara, nota per la lunga dominazione estense, è una città emiliana a misura d’uomo, facilmente visitabile a piedi o, meglio ancora, in bicicletta. La città è infatti strettamente legata alla cultura delle due ruote.

Ferrara: Vie del centro storico - Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Ferrara: Vie del centro storico – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Ferrara conserva ancora intatto il centro storico i cui canoni di progettazione urbana hanno profondamente influenzato lo sviluppo urbanistico nei secoli successivi. Sotto il dominio degli Este la città si trasformò da centro rurale in capolavoro del Rinascimento e ospitò le più importanti personalità dell’epoca sia in campo artistico che letterario.

Tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento l’Addizione Erculea, ossia lo sviluppo urbanistico avvenuto per via di Ercole I d’Este sulla base di un disegno elaborato dall’architetto di corte, Biagio Rossetti, la rese la prima capitale moderna d’Europa.



Il punto di partenza ideale per una visita a Ferrara è il Castello Estense che si eleva, imponente nella sua mole trecentesca, nel centro storico, in color mattone e circondato da quattro grandi torri laterali. Una delle particolarità dell’antico palazzo di corte è il fossato adacquato, raro esempio giunto fino ai nostri giorni in Italia.

Il Castello Estense – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati


Ferrara: Il fossato adacquato del castello - Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Il fossato adacquato del castello – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Principale luogo di culto della città è la Cattedrale di San Giorgio Martire, un imponente monumento medievale, realizzato in marmo bianco, con un campanile rinascimentale, opera di Leon Battista Alberti, rimasto incompiuto. La cattedrale inoltre ospita al suo interno un museo.

Ferrara: Cattedrale di San Giorgio Martire - Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Piazza della Cattedrale di San Giorgio Martire – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Via delle Volte, così nominata per via degli archi e dei passaggi sospesi che la caratterizzano, si trova a pochi passi dal Museo della Cattedrale. Questa silenziosa via acciottolata, lunga circa 2 chilometri, è uno degli angoli della città in cui si riesce ancora ad assaporare il fascino medievale, dando l’idea che il tempo si sia fermato. In questa bella via medievale vi erano anticamente le dimore dei commercianti che trafficavano con il resto d’Italia. Oggi la via, poco frequentata, è riferimento per gli amanti della fotografia e dell’atmosfera romantica.

Via-delle Volte – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Se da una parte Ferrara è caratterizzata dal suo quartiere medievale, con le sue tipiche stradine strette e il Duomo, dall’altra vi sono spaziose opere architettoniche rinascimentali, primo fra tutti Palazzo dei Diamanti, Palazzo Schifanoia e la Palazzina Marfisa d’Este.



Ferrara: Palazzo dei Diamanti - Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Palazzo dei Diamanti – Foto di ©Katherine Marotta per Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Proseguendo dal Castello, nel lato di Viale Cavour, si potrà percorrere uno dei viali più belli d’Europa: Corso Ercole I d’Este. La sua particolarità risiede nella sua autenticità, poiché rimasto privo di negozi o attività commerciali. In questo corso si elevano meravigliosi palazzi affiancati l’un l’altro. Tra questi, Palazzo dei Diamanti è certamente degno di essere attentamente ammirato date le sue unicità architettoniche.

Sulle due facciate, il palazzo è infatti costellato da circa 8.500 bugne in marmo bianco e rosa a forma di diamante. Il Palazzo ospita al primo piano la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, mentre al piano terra vengono annualmente allestite alcune esposizioni temporanee di arte di grandissimo richiamo.

 

 



Ferrara vanta anche l’appellativo di “patria del mangiar bene”, con una tradizione culinaria che affonda le proprie radici in epoca medievale. Tra le ricette tipiche della cucina ferrarese vanno sicuramente citati i cappellacci di zucca, apprezzati fin dall’epoca estense e i pregiati vini.

A fianco della Cattedrale si trova il caratteristico locale “Al Brindisi” che, fin dal lontano 1435, si configura come l’enoteca più antica del mondo, frequentata da personaggi tra cui Tiziano Vecellio, Nicolò Copernico, Torquato Tasso e Ludovico Ariosto. Questo luogo è meta di turisti, ma anche abituale frequentazione dei ferraresi.

Ferrara: Palio di San Giorgio - © -Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Ferrara: Palio di San Giorgio – © -Vaghis viaggi & turismo Italia -Tutti-i diritti riservati

Ferrara può considerarsi una città da vivere in ogni stagione con i tanti eventi che la animano, come il celebre Palio di San Giorgio, con sfilate, esibizioni e gare tra le contrade o lo stravagante Balloons Festival, uno dei più grandi ed importanti festival di mongolfiere. Inoltre, il festival Internazionale richiama i più noti giornalisti, scrittori ed intellettuali italiani e stranieri e il caratteristico Buskers Festival trasforma la città in un tempio della musica riunendo musicisti e artisti provenienti da ogni parte del mondo.

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI