MARUGGIO: IL GIOIELLO DEL MAR IONIO

Postato su Aprile 23, 2019, 9:33 pm
8  minuti

Maruggio, con le sue spiagge quotate tra le più belle d’Italia e il suo passato ricco di storia e archeologia, è sicuramente una tappa da non perdere in Salento

di Katherine Marotta

Maruggio sorge nella parte nord occidentale del Salento, più precisamente sulla costa ionica-salentina pugliese ed è un piccolo centro di circa 5.500 abitanti. Nel corso dei secoli e delle epoche storiche Maruggio ha avuto una certa rilevanza. Secondo le fonti storiche il paese fu fondato intorno all’anno 870 e fu, durante il corso degli anni, terra dei Templari. Questi, in seguito, fecero spazio ai Cavalieri di Malta che contribuirono al grande sviluppo del paese proteggendo gli abitanti dagli attacchi dei pirati turchi tramite l’edificazione di una cinta muraria.

Maruggio: Parco Naturale delle Dune di Campomarino – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Maruggio presenta una sola frazione: Campomarino, una località balneare sviluppatasi nei pressi dell’antica torre costiera, detta “Torre delle Moline”, e del piccolo porto peschereccio. Questo luogo è molto apprezzato nei periodi di villeggiatura sia dai turisti che dagli abitanti dei paesi vicini. Esso offre infatti uno dei mari più belli della provincia di Taranto, caratterizzato da acque limpidissime. Non a caso i riconoscimenti attribuitogli sono innumerevoli: nel 2012, ad esempio, il Corriere della Sera ha dichiarato il litorale tra le 10 spiagge libere più belle d’Italia.



La zona di Maruggio è anche conosciuta per il Parco Naturale delle Dune di Campomarino, un sistema di dune sabbiose, attualmente tutelato dalla Comunità Europea, che si estende per oltre 40 ettari e protegge alcuni dei litorali più affascinanti della costa ionica.

Tra le spiagge da citare vi è la rinomata Spiaggia di Monaco Mirante, situata in prossimità delle dune di Campomarino e ritenuta un piccolo paradiso per la sua alternanza di elementi rocciosi e sabbiosi. Altro arenile da segnalare è la selvaggia e solitaria Spiaggia d’Ayala, utilizzata anche a scopo di naturismo.

Maruggio: Spiaggia di Monaco Mirante - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

Maruggio: Spiaggia di Monaco Mirante – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Restando nella zona delle dune di Campomarino, per chi volesse vivere un’esperienza unica, è consigliato il Lido Tuareg: si tratta di uno stabilimento-accampamento balneare fornito di pagode in stile orientale. Campomarino di Maruggio ha col tempo sviluppato un sistema di strutture alberghiere e ricettive in cui, durante la stagione estiva, è possibile divertirsi fino a tarda notte, grazie ai numerosi eventi organizzati e ai bar sulla spiaggia.



Di giorno la calura del sole e il profumo di sale sulla pelle lasciano spazio alla sera che concede lieve frescura e dolci brezze soprattutto in prossimità del porticciolo e sul grazioso lungomare che accenna alla festa. Se il mare cristallino rappresenta il fiore all’occhiello di Maruggio, non bisogna sottovalutare il cuore pulsante del borgo. Il centro storico, in dialetto sciangài o “Terra Murata”, è infatti noto per la sua atmosfera suggestiva e lontana dalla movida di Campomarino. Esso si articola in un fitto dedalo di viuzze su cui si affacciano palazzi signorili decorati.

Porto di Campomarino

A Maruggio il culto regna sovrano poiché non mancano numerose strutture religiose di notevole valore. Prima fra tutte, nel cuore del paese, è la Chiesa Madre, detta Chiesa Matrice, dedicata alla Vergine Maria ed edificata intorno al XV secolo. Sorgono inoltre elementi storici caratteristici: in piazza del Popolo, ossia la piazza principale di Maruggio, addossata alla cinta muraria, si erige il Palazzo dei Commendatori, denominato anche Castello dei Cavalieri di Malta e costruito proprio per il volere di questi ultimi nel 1368. All’entrata ovest del centro storico si eleva invece La Torre dell’Orologio, monumento costruito nel 1855 e nato con l’idea di essere l’orologio cittadino.

Maruggio: Chiesa Madre - © Vaghis - viaggi & turismo Italia - Tutti i diritti riservati

Maruggio: Chiesa Madre – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i diritti riservati

Da non perdere è una visita al sempre affollato Piazzale Italia, più affettuosamente chiamato dai locali “La Rotonda” o “La Piazzetta”, costruito nel 1958 tutt’intorno alla Torre delle Moline e nel 2009 terrazzato in modo da derivare sul porto turistico. Le vie e la piazza centrale offrono inoltre molti spunti per godersi in pieno relax una passeggiata; esse sono infatti colme di attività commerciali quali bar, ristoranti e localini tipici dove sarà possibile scoprire gli usi e i costumi del popolo salentino.

Maruggio è un borgo dall’anima millenaria che saprà accogliervi con il suo dolce tepore in un caldo abbraccio tra il suo mare limpido e le sue gemme di storia vivente!

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI