Saint Pierre
Saint-Pierre, a 731 m.s.l.m., circondato da monti e sovrastato dall’omonimo castello gode di un magnifico effetto scenografico.

Saint-Pierre, piccolo comune della Valle D’Aosta, a 731 m. s.l.m., si sviluppa sulla sinistra della Dora Baltea è circondato da monti e sovrastato dall’omonimo castello creando un magnifico effetto scenografico. Già nel 3000 a.C. gruppi abitativi si erano stanziati sulla piccola collina di Châteler, dando vita a quello che da sempre gli studiosi hanno individuato come uno dei primi villaggi della Valle d’Aosta. La parte più vecchia è l’attuale via Chanoux, che corrisponde alla più antica via di comunicazione che in passato, fino al 1863, collegava Saint-Pierre ad Aosta e all’Alta Valle.

 

Saint Pierre

Saint Pierre

 

Dagli anni ’60 in poi il paese si è sviluppato principalmente lungo la strada statale del Monte Bianco. L’alta collina si trova tra gli 850m e i 1.750m di altitudine, questa zona, che era stata lentamente abbandonata dai suoi abitanti, oggi, grazie al turismo, sta ritrovando nuova vita. L’iconografia di Saint Pierre è caratterizzata dal castello omonimo, citato per la prima volta in un documento del 1191, è caratterizzato dalle quattro torrette decorative e dall’aspetto fiabesco. Il nome deriva dai suoi primi proprietari, i De Sancto Petro. L’edificio originario, costituito da due corpi distinti uniti solo successivamente, nel corso degli anni, ha subito importanti trasformazioni.

 

Castello di Saint Pierre

Castello di Saint Pierre

 

Nel 1873, il castello fu rinnovato dall’architetto Camillo Boggio che, seguendo la cultura del restauro trasformativo dell’epoca, conferì all’edificio l’attuale aspetto, con le quattro torrette circolari. Attualmente è proprietà del Comune e dal 1985, ospita la sede espositiva del Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan, diventando simbolo della storia naturale valdostana. Nella cittadina c’è anche un secondo castello, che prende il nome dalla seconda famiglia che nel Medioevo governò il territorio, Sarriod De la Tour.

 

Castello Sarriod de la Tour

Castello Sarriod de la Tour

 

Il castello Sarriod de la Tour è quello più importante dal punto di vista di interesse artistico. È una costruzione del trecento che ha avuto molte trasformazioni nel corso del tempo e all’antico mastio sono stati aggiunti altri corpi. In uno di questi è possibile ammirare il salone d’onore, detto anche “sala delle teste” poiché nelle travi del soffitto, su delle mensole, sono scolpite 170 figure, che rappresentano personaggi curiosi, talvolta scurrili, ed esseri fantastici e mostruosi.

A Saint-Pierre si trova la Cofruits, moderno centro di raccolta, conservazione ed assistenza sulle tecniche di coltivazione delle mele, a cui i coltivatori locali conferiscono i loro raccolti. Di notevole importanza, la produzione della vite da cui si ottiene il vino rosso “Torrette”, ottimo per gli amanti del buon vino e degustabile nei vari locali caratteristici. La cittadina è meta turistica per gli sportivi, da qui si può facilmente raggiungere lo splendido Parco Nazionale del Gran Paradiso, dove si possono fare numerose attività sportive come: parapendio, scii e snowboard.

  INFORMAZIONI UTILI

Comune di Saint-Pierre

Località Tâche, 1 – 11010 Saint-Pierre (AO)
Tel. +39 0165 92 78 00
Sito web: www.comune.saint-pierre.ao.it

Email: [email protected]