SANT’ANGELO D’ISCHIA, L’ISOLA NELL’ISOLA

Postato su Maggio 13, 2019, 12:49 am
8  minuti

Sant’Angelo d’Ischia è un piccolissimo borgo di pescatori, tra piccoli vicoli, negozietti e uno splendido mare.

di Flaminia La Malfa

Sant’Angelo, nel comune di Serrara Fontana, è una parte dell’isola di Ischia talmente particolare da ricevere da molti l’appellativo di “isola nell’isola”, proprio per riservarle uno spazio a sé, distaccato dal resto di Ischia. Effettivamente per diverse sue caratteristiche è proprio così.

Sant’Angelo d’Ischia – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati

Prima di tutto il borgo è interamente pedonalizzato: cari visitatori, preparatevi ad abbandonare la macchina fuori dal borgo e godetevi delle belle passeggiate a piedi per i caratteristici vicoletti che lo distinguono, tra negozietti e boutique.

Sembra una ripetizione, ma anche qui, come in molti paesini e piccole città di mare, le case, che tutte colorate creano un disegno ricco e divertente, sorgono addossate le une alle altre e, a loro volta, tutte insieme, appoggiate alla roccia nella quale sono incastonate. Davanti a voi, ovviamente, il mare.



E che mare! Affacciandovi dai punti più alti potrete notare la diversità di colore che dall’azzurro cristallino arriva al blu scuro laddove l’acqua è più o meno profonda. Oltre ad ammirarlo da lontano scendete in spiaggia, toglietevi le scarpe e camminate a piedi nudi sulla sabbia e, se la stagione lo permette, rilassatevi a prendere il sole facendovi rinfrescare dall’acqua durante interminabili bagni: una volta dentro non vorrete più uscire. A seconda della spiaggia che sceglierete, infatti, troverete scenari diversi e, spesso, vi troverete a fare il bagno sentendovi abbracciati dalle rocce circostanti.

Sant’Angelo d’Ischia – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati

Ci sono quattro spiagge: la spiaggia di Cava Ruffano, dove il mare si colora a contatto con gli scogli prendendo quella sfumatura di verde smeraldo, la spiaggia Sant’Angelo, a ridosso della piazzetta, nell’istmo di terra che conduce all’isolotto, la spiaggetta di Cava Grado, da raggiungere percorrendo piccoli scalini di pietra che scendono verso il mare e, un po’ più distante, la spiaggia dei Maronti con le sue fumarole che emanano aria calda e vapore. Addirittura qualcuno ci cucina al cartoccio!



Borgo Sant’Angelo si divide tra una parte alta, la Madonnella, e una parte bassa, la piazzetta, e poi non dimentichiamoci della Torre, un isolotto di tufo a pochi metri dalla costa e a questa unito da un istmo di terra strettissimo. È chiamato “la Torre” perché un tempo l’isolotto ospitava sulla sua cima una torre di avvistamento, distrutta durante le guerre napoleoniche.

Sant’Angelo d’Ischia – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati

La piazzetta, anch’essa totalmente pedonale come il resto del borgo, è il vero punto di ritrovo, anche grazie ai tanti bar e locali che la sfruttano positivamente sistemando i propri tavolini all’aperto per godere, nei mesi estivi, della brezza marina.

San Michele, patrono del borgo, viene festeggiato il 29 Settembre, con proseguimento della festa anche il 30: Santa Messa, banda musicale e spettacoli pirotecnici ricreano un festeggiamento in grande stile, molto suggestivo per i turisti e particolarmente sentito dagli abitanti, che, come di solito avviene nei piccoli paesi, sono molto più uniti gli uni agli altri e alle proprie tradizioni.



In onore del Santo patrono non poteva mancare la Chiesa di San Michele Arcangelo che si trovava inizialmente in cima all’isolotto, ma, a causa dei bombardamenti nel corso della storia, è stata spostata sulla collina della Madonella, dove sorge anche un piccolo cimitero.

Per un relax completo vi consigliamo il Parco Termale Afrodite: vasche di acqua calda e fredda, dai 20 ai 42 gradi, idromassaggio, piscine, la possibilità di prendere il sole, di fare massaggi e di rilassarvi in una vera e propria spa con vista mare.

Cos’altro vi manca per fare le valigie e partire per Borgo Sant’Angelo?

Sant’Angelo d’Ischia – © Vaghis – viaggi & turismo Italia – Tutti i di-ritti riservati

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI