BAGNO VIGNONI: IL GIOIELLO ALLA DESTRA DEL FIUME ORCIA

Postato su Febbraio 15, 2017, 5:19 pm
7  minuti

Bagno Vignoni: unico e prezioso come molti altri borghi della Nostra Italia. Può diventare la breve sosta di un lungo viaggio ma, se ci si ferma, lascia la voglia di tornare e viverselo.

di Veronica Di Leonardo

Il compleanno di un’amica, due giorni liberi, risultato: ci si organizza e si parte, destinazione Chianciano Terme. 
Non ci venne in mente niente di più azzeccato per sfuggire alla routine di un caldo luglio.
Il viaggio in macchina racchiude la meraviglia delle confidenze che scorrono lungo la strada, lungo i Km che si percorrono, il volume della radio si alza e si abbassa lasciando posto ad un breve silenzio dove gli occhi catturano fuori dal finestrino flash di paesaggi, panorami, come se il silenzio stesso fosse un amplificatore di emozioni.

Bagno Vignoni


Lungo il tragitto, prima della nostra destinazione finale, ci attendeva un piccolo borgo di cui si conosceva solo il nome, un nome preso casualmente da una ricerca on line. E così, ci siamo ritrovate in Toscana, a soli 30 minuti da Chianciano Terme, abbracciate dalla natura imponente. Ci siamo fermate nell‘unica frazione di San Quirico d’ Orcia, con soli trenta abitanti ma, con davanti a noi, in tutto il suo splendore, Bagno Vignoni.
Ammiriamo la grande vasca al centro del borgo, la Piazza delle sorgenti, a forma rettangolare, risalente al XVI secolo. Come testimoniano i reperti archeologici, contiene acqua termale calda e fumante proveniente da una falda sotterranea di origine vulcanica, conosciuta già dai tempi più antichi. Il borgo, incastonato tra le colline senesi, si sviluppa intorno alla sorgente dalla quale, nel corso della storia, ha preso tutte le energie resistendo a devastazioni e a cambiamenti che la natura a volte impone rimanendo del tutto immutata.
I colori delle sue mura, illuminati dal sole erano di un giallo-oro avvolgente, “macchiati” da piante e fiori che con la loro presenza decorano il tutto. Quel tutto, raccolto in un mix di sensazioni che non ti aspettavi, colori, profumi e rumori che già sai di conoscere, ma che lì li vivi con un’altra percezione. Un posto che racconta un passato ricco di emozioni che non vuol smettere di regalare, mantenendo inalterate le sue peculiarità. Questo paese offre la possibilità di coccolarsi con uno dei tanti percorsi termali delle strutture presenti nel borgo che si affacciano direttamente sulle colline della Val d’Orcia. Nei dintorni sorgono infatti la deliziosa Pienza, il meraviglioso borgo medievale di Montalcino e il Parco del Monte Amiata. 
Noi ci siamo ritrovate per caso a Bagno Vignoni e, come accade quasi sempre, le cose inaspettate sono le migliori ma, se amate terme, relax e natura passate un tranquillo week-end, o fermatevi semplicemente per una piccola sosta, pensateci, la primavera è alle porte!

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI