CAPO D’UOMO, SUGGESTIVE ARRAMPICATE SPORTIVE

Postato su Aprile 28, 2018, 10:44 am
6  minuti

Appigli, corde e moschettoni alla ricerca di scorci mozzafiato a strapiombo sul mare. Capo d’Uomo, la falesia dove è possibile effettuare meravigliose arrampicate sportive.

di Carmen Sergi – Carlo Di Marco

Chi è appassionato di arrampicate sportive su roccia conosce perfettamente la torre costiera di Capo d’Uomo, una delle più affascinanti dell’Argentario, situata a 350 metri sul livello del mare. Ciò che rende questa torre tanto suggestiva non sono le sue caratteristiche architettoniche, ma è la sua posizione sulla vetta del pòggio che porta lo stesso nome, dove è possibile anche fare “climbing”.

Capo d'Uomo

Capo d’Uomo

Perché è possibile fare arrampicate in questo luogo? Il motivo è che il promontorio di Capo d’Uomo, sul quale sorge la torre, è una splendida falesia (una costa rocciosa con pareti a picco, alte e continue) di “calcare bianco e grigio a gocce, buchi e concrezioni”, che degrada sul mare.

Per poterla rendere accessibile ai “climber” e sicura è stata realizzata la richiodatura, utilizzando materiale inox. Questa opera ha portato all’apertura di nuove linee di salita ed è stata possibile grazie al contributo della sezione CAI di Grosseto e della Guida Alpina Valtellinese Eraldo Meraldi.

Si tratta di un posto incantevole, dove è possibile fare arrampicate sportive su roccia e, anche e soprattutto, godere di un posto di rara bellezza.

Come si arriva?

“Giunti all’Argentario portarsi a S.Stefano e arrivati al porto alla prima rotonda girare a sinistra e salire nel Vallone del Campone per circa 3,5 km. Alla deviazione a sinistra e raggiunto uno scollinamento con vista mare, posteggiare subito dopo. Scendere per la strada forestale sterrata sulla destra per circa 300 metri. Prendere ora la strada di destra fino ad un ampio curvone in salita. Da qui incamminarsi lungo il sentiero che si stacca verso sinistra per poi seguire tutto il crinale, in direzione della torre. Arrivati in prossimità scendere a sinistra per un breve tratto ripido fino alla base della falesia. (15-20 min)”**

PER ALTRE INFO CONSULTA IL SITO: www.caigrosseto.it