POLVERIGI: CANTO RITUALE DELLA PASSIONE

Postato su Gennaio 29, 2019, 2:21 am
10  minuti

Polverigi è un piccolo borgo in provincia di Ancona dove da circa mezzo secolo si svolge un’antica tradizione: il canto rituale della Passione anche conosciuto come “l’orologio della Passione”.

di Boris Gagliardi

Polverigi è un piccolo borgo fortificato situato sulle colline dell’entroterra anconetano sulla strada della Terra dei Castelli. Anche nel cuore di Polverigi ne è conservato uno antico: il castello Roccolo così chiamato per la sua forma rotonda e testimone dei più importanti avvenimenti cittadini. Nei tempi antichi Polverigi era meta di eremiti e pellegrini. Tra i suoi tesori la chiesa del Santissimo Sacramento dove sono custodite opere di grande valore e rilevanti cicli pittorici.

Polverigi - Palazzo Comunale

Polverigi – Palazzo Comunale

Tutt’oggi è considerato luogo di pace e di serenità. In particolare, durante il periodo pasquale in tutte le Marche accorrono numerosi gruppi, cantori e suonatori popolari muniti di organetto e fisarmonica. Le strade e le piazze si riempiono della gente del posto e dei paesi limitrofi per partecipare alla famosa rassegna. I musici passano di casa in casa riproponendo i tradizionali canti popolari come rituale benaugurante chiedendo in cambio cibo o un’offerta.



Il ricavato verrà devoluto in beneficenza. I testi sono strettamente legati al ciclo della natura che nasce, muore e risorge e sintetizzano il ciclo vitale dell’uomo. Di tutti il più conosciuto è il canto rituale di Questua della Passione, anche conosciuto come “l’orologio della Passione”. Un canto anonimo che ha origini antiche che si perdono nelle veglie penitenziali del Medioevo. Inginocchiamoci e togliamoci il cappello e ascoltiamolo perché come in una preghiera cantata qui vengono ripercorse ora per ora la Passione e la Resurrezione del Cristo.

Polverigi: Canto rituale di Questua della Passione

 

L’orologio della Passione

“Prepàrati all’un’ora / quest’è l’ultima cena / e con faccia serena / così Gesù parlò / e con faccia serena / così Gesù parlò: disse sarò tradito / disse sarò negato / e Giuda disperato / rispose io non sarò / e Giuda disperato / rispose  io non sarò / Alle due del redentore / il cambio ti darò / l’inizia dell’errore / io ti perdonerò / l’inizia dell’errore / io ti perdonerò.

Alle tre i sacramenti / istituisce allor / e a lor tutti contenti / ‘l suo corpo dispensò / e alor tutti contenti / ‘l suo corpo dispensò.  Alle quattro si mosse / con grande compassion / alle cinque nell’orto / il buon Gesù andò / alle cinque nell’orto /il buon Gesù andò.

Alle sei il Padre Eterno / dal re dei cieli andò / alle sette nell’orto / la turba lo menò / alle sette nell’orto / la turba lo menò.        Alle otto una guanciata / al buon Gesù toccò / alle nove schiaffeggiato / allor Giuda si turbò / alle nove schiaffeggiato / allor Giuda si turbò.

Alle dieci carcerato / il buon Gesù andò / quando fu accusato / suonava l’undicior / quando fu accusato / suonava l’undicior     

Alle dodici Pilato / le mani si lavò / alle tredici di bianco / vestiro ‘l salvator / alle tredici di bianco / vestiro ‘l salvator.

Alle tredici di bianco / vestiro ‘l salvator / con una canna in mano / per dargli più dolor / con una canna in mano / per dargli più dolor / Coronato di spine / fu alle quindicior / dalle tempie divine / il sangue suo versò / dalle tempie divine / il sangue suo versò.

Polverigi: Canto rituale di Questua della Passione

Polverigi: Canto rituale di Questua della Passione

Legato alla colonna / fu alle sedicior / battuto e flagellato / per Dio fu un gran dolor / battuto e flagellato / per Dio fu un gran dolor / Alle diciassettore / la penna sua adoprò / per la brutta sentenza / che al buon Gesù toccò / per la brutta sentenza / che al buon Gesù toccò.

I chiodi e i martelli / per lui si preparò / in croce il Redentore / all’or diciotto andò / in croce il Redentore / all’or diciotto andò / Alle diciannovore / testamento donò / Gesù pieno d’amore / Giovanni a sé chiamò / Gesù pieno d’amore / Giovanni a sé chiamò.

Polverigi: Canto rituale di Questua della Passione

Alle venti da bere / chiedeva il salvator / gustando aceto e fiele / solo per ‘l peccator / gustando aceto e fiele / solo per ‘l peccator / Suonando le ventuno / la testa sua chinò / quell’alma santa e pura / all’Eterno Padre andò / quell’alma santa e pura / all’Eterno Padre andò.

Alle ventidueore / la lancia lo passò / con ferro e con parole / la costola gli piagò / con ferro e con parole / la costola gli piagò / Alle ventitreore / di croce lo levò / Maria con gran dolore /in braccio lo pigliò / Maria con gran dolore / in braccio lo pigliò.

Alle ventiquattrore / Gesù al sepolcro andò / solo per nostro amore / e a tutti ci salvò / solo per nostro amore / e a tutti ci salvò / Di sette giorni intanto / Gesù risuscitò / con gloria festa e canto / all’eterno padre andò / con gloria festa e canto / all’Eterno Padre andò.”

PER ALTRE INFO  CLICCA QUI