fbpx

Vent’anni di attività con al centro le esigenze di chi viaggia con i bambini. È l’anniversario che quest’anno celebra Italy Family Hotels, consorzio di strutture indipendenti e family-friendly, coordinato e gestito da Hospitality Marketing, agenzia di Rimini specializzata in marketing turistico. Fondato nel 2001 con i primi cinque hotel – tutti a conduzione femminile –  questa compagine ha fatto registrare una crescita costante fino all’inizio dello scorso anno. Oggi conta 111 strutture in 13 regioni d’Italia, scelte ogni anno da 300.000 famiglie per le loro vacanze.

«Siamo l’associazione di strutture family friendly più longeva d’Italia, per noi è fondamentale la condivisione delle esperienze, lo stimolo reciproco e il saper condividere le intuizioni dei singoli a beneficio di tutti», dichiara Marina Pasquini, presidente e fondatrice di Italy Family Hotels.

Nel 2021 Italy Family Hotels dà il benvenuto a tre nuovi associati: l’Adriatico Family Village di Gatteo Mare, lo Sporthotel Tyrol di San Candido e il Park Hotel Pineta di Eraclea Mare.

In questi anni la tipologia di offerta alberghiera del consorzio ha registrato molteplici cambiamenti. All’inizio degli anni duemila l’intuizione è stata quella di mettere a disposizione delle mamme una stanza con tutto il necessario per l’alimentazione dei bebè, servizio allora sconosciuto nella maggior parte degli alberghi italiani. Oggi è diventata sempre più centrale l’offerta di proposte diversificate per il tempo libero: dai corsi di cucina, a quelli di lingue straniere o di teatro, passando per proposte gastronomiche bio oppure di sushi e altri menù particolari, che oggi attirano molto anche i ragazzini.

Le famiglie che scelgono Italy Family Hotels sono per l’85% italiane, con figli d’età compresa fra gli zero e i 12 anni, di cui circa il 60% hanno fra i tre e i sette anni, mentre i genitori sono, per oltre il 46%, nella fascia di età tra i 35 e i 44 anni: un target con esigenze specifiche, alle quali le strutture del consorzio rispondono con servizi articolati e basati su criteri di sicurezza, sottolineano al consorzio.

L’adesione a Italy Family Hotels è vincolata all’offerta di alcuni servizi comuni a tutti gli alberghi, che vengono sottoposti a controlli periodici. «In questi primi vent’anni abbiamo sperimentato e imparato molto – aggiunge Pasquini. Al centro della nostra offerta ci sono sempre i più piccoli, perché dove c’è un bambino felice la famiglia tende a ritornare; ma al tempo stesso non ci dimentichiamo dei desideri degli adulti, perché una vacanza riuscita è quella in cui tutti trovano spazi e momenti di gratificazione, siano questi le escursioni nell’entroterra in bicicletta, i trattamenti spa o un’attenzione particolare ai cibi o ai vini».

Per l’anno incorso il brand Italy Hotels punta in definitiva a rafforzarsi ulteriormente come punto di riferimento per le vacanze delle famiglie. «A capire in che direzione, – conclude Pasquini – ce lo indicheranno, ancora una volta, soprattutto gli stessi bambini, quella che per noi è un’incredibile fonte d’energia»

www.italyfamilyhotels.it